Italiano - English
HOME > Prossimi appuntamenti > Presentazione del libro Enrico Pasquali: Uno sguardo sulla sua terra

Prossimi appuntamenti

MAMbo, sala conferenze
martedì 13 febbraio 2024 h 17.00

Presentazione del libro Enrico Pasquali: Uno sguardo sulla sua terra

Martedì 13 febbraio 2024, alle h 17.00, la sala conferenze del MAMbo ospita la presentazione del libro Enrico Pasquali: Uno sguardo sulla sua terra (Danilo Montanari Editore). Il libro raccoglie 50 immagini scattate dagli anni ’50 agli anni ’90. Molte sono state scelte dal reportage sul Canale Emiliano Romagnolo, del tutto inedite le foto aeree del 1994 per il piano urbanistico di Castel Guelfo di Bologna. La prefazione è di Angela Madesani, storica dell’arte e critica della fotografia, il saggio conclusivo è del geografo Franco Farinelli. Le interviste ai familiari e al fotografo Giovanni Zaffagnini testimoniano l’importanza del lavoro di Pasquali nel panorama della fotografia.

Enrico Pasquali, fotografo (Castel Guelfo di Bologna 1923 - Bologna 2004), inizia nel 1947 la sua attività; degli anni 1949-1950 le prime fotografie di manifestazioni dei lavoratori. Nel 1952 comincia a lavorare per la Provincia di Bologna, per la Camera del Lavoro e per i giornali e le riviste della Sinistra. Documenta i lavori del Canale Emiliano Romagnolo. Dal 1970 lavora per il Comune di Bologna e scatta fotografie aeree per il piano urbanistico del centro storico e di comuni della provincia. Il primo riconoscimento è nel 1985 con la mostra Enrico Pasquali fotografo. Bologna negli anni della ricostruzione 1951-1960. Le sue fotografie saranno poi inserite in importanti pubblicazioni e in prestigiose mostre di rilevanza nazionale e internazionale.

Intervengono:
Lorenzo Balbi, Direttore MAMbo
i curatori Lorella Grossi e Mario Cerè
gli autori Angela Madesani e Franco Farinelli
Nicola Dalmonte, Presidente Consorzio Canale Emiliano Romagnolo
Mauro Felicori, Assessore alla Cultura della Regione Emilia Romagna

Il libro è stato realizzato con il contributo della famiglia Pasquali
Si ringrazia per la collaborazione la Cineteca di Bologna

Ingresso libero